Linee Programmatiche

 

  Linee Programmatiche ed indirizzo di governo - Quinquennio 2017 - 2022

PARTECIPAZIONE ATTIVA E TRASPARENZA

La partecipazione attiva e consapevole deve essere il fulcro per porre in essere decisioni condivise e per governare in modo trasparente e democratico attraverso ulteriori e nuovi strumenti di interazione con i cittadini. Il nuovo sito web www.apollosa.gov.it e la pagina Comune di Apollosa su facebook hanno creato un ponte di comunicazione e di dialogo con i cittadini i quali hanno potuto trovare risposte alle loro richieste in tempo reale, informazioni utili alle loro esigenze e soprattutto seguire l’attività amministrativa nel suo esplicarsi. Incontri informativi, confronti su temi importanti, trasmissione di regolamenti alle associazioni, consigli comunali videoripresi, questa è la linea intrapresa nel quinquennio passato e che s’intende perseguire, allargando a nuove forme di partecipazione. Il punto di partenza sarà la realizzazione del bilancio partecipato, per passare poi alle scelte di riqualificazione urbanistica, infrastrutturale, culturale e sociale. A tale scopo si evidenziano le seguenti azioni prioritarie che s’intendono attuare:  

  • Istituzione di nuove consulte democratiche al fine di favorire il più ampio confronto e la partecipazione anche in relazione alle politiche di sviluppo economico – sociale, nonché urbanistico e di proporre e monitorare le attività culturali, sportive e del tempo libero;

  • Coinvolgimento dei nuovi cittadini alla vita pubblica attraverso forme di rappresentanza attiva in funzione di un'autentica educazione civica;

  • Pieno coinvolgimento della cittadinanza attraverso la promozione di un “centro di raccolta informazioni”, per le segnalazioni dell’utenza su condizioni di strade, scuole, parchi e giardini, semafori e passaggi pedonali, micro delinquenza, funzionamento dei servizi pubblici, sicurezza del lavoro;

  • Istituzione di un “registro di cittadini volontari” che intendono offrire la propria opera di collaborazione senza fini di lucro, per eventi, manifestazioni, attività, per la cura del verde e del decoro ambientale;

  • Ottimizzazione  dei servizi comunali legati all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (tempi e certezza della risposta, orari flessibili) ed i servizi comunali legati allo Sportello Unico delle Attività Produttive (semplificazione amministrativa)

CAPITALE UMANO, SCUOLA E GIOVANI

Formazione ed opportunità. Solo una scuola all’avanguardia può garantire la formazione delle giovani generazioni. Per tale ragione il rapporto scuola- istituzione già stabilito proficuamente in questo quinquennio, sarà rafforzato per consentire che le esigenze degli alunni siano soddisfatte dall’offerta didattica che potrà essere integrata con attività organizzate dall’amministrazione comunale per contrastare la dispersione scolastica e per rispondere anche alle esigenze dei genitori. In questa direzione si colloca il grande sforzo fatto dall'Amministrazione per ottenere il finanziamento della costruenda scuola di Via Roma e dei lavori di adeguamento sismico ed efficientamento energetico della scuola di Via Lo Tuoro. 

Garantire luoghi fisici di crescita con spazio giochi (già in parte programmati e da realizzare) fruibili dai più piccoli ed appetibili per i genitori, come luogo d’incontro e confronto. Bambini educati e formati possono diventare adulti che sanno cogliere le opportunità. Già il Forum dei Giovani istituito nel 2012, con il dopo scuola ed il campo solare ha creato un interscambio tra il mondo dei bambini ed il mondo dei giovani da cui sono nate bellissime esperienze condivise con la cittadinanza. Il rafforzamento di un tale legame, con il supporto dell’istituzione comune può creare opportunità di crescita e di sviluppo. Le opportunità per i giovani, come i tirocini di Garanzia Giovani già attivata, il servizio civile a valere su garanzia giovani ancora in fase di istruttoria, il programma Ben-essere Giovani a cui abbiamo partecipato e di cui attendiamo esito, rappresentano l’idea di occasione che vogliamo offrire al mondo giovanile: sapremo cogliere tutte le opportunità offerte dalla nuova legge approvata dal Consiglio Regionale della Campania “Costruire il futuro. Nuove politiche per i giovani”. Investire sul capitale umano per ripartire, puntando sui bambini e sui giovani. I lavori di riqualificazione dell’ex scuola al Fornillo per la creazione di un centro di aggregazione dimostra la volontà che perseguiremo nel prossimo quinquennio di creare un luogo fisico che sia espressione dell’attenzione per il mondo giovanile.

Incentivare ulteriormente le azioni già poste in essere nei settori della crescita e della socializzazione anche in luoghi virtuali garantendo la copertura pubblica wi-fi presso tutti gli edifici comunali e presso alcune aree pubbliche. L’accesso wireless e internet nelle aree pubbliche sarà gratuito per tutti i cittadini i quali, previa registrazione, potranno beneficiare della connessione.

Continueremo inoltre a incentivare le tante attività delle associazioni presenti ad Apollosa, che in questi anni hanno mostrato dinamismo e vivacità. I tanti volontari che operano in queste formazioni sociali sono una ricchezza per tutta la comunità. Riconosciamo l'importanza e il valore dell'associazionismo, un fenomeno forte e radicato nel nostro paese, che rinforza il tessuto sociale e crea occasioni di confronto e di incontro tra i cittadini. La Consulta delle Associazioni, istituita dalla nostra amministrazione, ha rappresentato per le diverse sigle presenti sul territorio, un'opportunità di coordinamento. È uno strumento che andrà potenziato per rendere la sinergia tra le associazioni sempre maggiore e per far si che le stesse possano esplicare al massimo il proprio potenziale, nell'interesse della comunità.

INCLUSIONE SOCIALE E LAVORO.

 Con l’istituzione di una commissione permanente per i contributi sociali composta anche dall’assistente sociale e dal parroco abbiamo creato una rete che vuole guardare agli ultimi, garantendo il trasporto e la mensa scolastica a famiglie numerose e/o svantaggiate, l’accesso al banco alimentare, l’attivazione di misure di sostegno al reddito (SIA) ed ancora contributi eccezionali in casi di grave indigenza. Il nostro obiettivo non è però l’assistenzialismo fine a sé stesso, ma creare le occasioni per intervenire seriamente su queste situazioni di bisogno, affinché siano risolte in modo definitivo. Per contrastare tale disagio e favorire l’inclusione sociale abbiamo pensato alla creazione di cooperative di comunità, preziose realtà d’impresa nelle quali i cittadini si auto-organizzano, diventando allo stesso tempo produttori e fruitori di beni e servizi. Il loro scopo è infatti quello di migliorare la qualità della vita delle persone che la compongono, attraverso la produzione/fruizione di beni e servizi pensati da chi quella comunità la vive quotidianamente.

Saranno attivate nuove politiche per il sostegno delle famiglie, e ai singoli, in particolare per rispondere a nuove esigenze e bisogni di difficile soluzione.

Tra le azioni concrete:

  • Mappatura per ricerca di immobili privati inoccupati, che possano essere utilizzati quali alloggi a uso temporaneo per situazioni di gravi indigenza;

  •  Creazione di strutture per il sostegno ad anziani soli;

  • Abbattimento totale di barriere architettoniche negli spazi pubblici;

  • Realizzazione, in collaborazione con le associazioni di volontariato, della raccolta, presso gli esercizi commerciali, dei generi alimentari in scadenza da distribuire ai poveri;

  • Realizzazione di un Fondo Solidarietà;

  • Porre in essere accordi con le società sportive al fine di consentire la partecipazione gratuita di bambini e ragazzi di famiglie indigenti o disagiate e dei bambini e ragazzi diversamente abili;

  • Strategie di prevenzione e recupero del disagio, dell’esclusione sociale, delle dipendenze tutte (droghe, alcol e giochi d’azzardo);

  • Attività di sostegno alle famiglie per contrastare problematiche di bullismo e dispersione scolastica.

PROMOZIONE CULTURALE E TURISTICA, SPORT

La nostra terra conserva ancora angoli da vivere e visitare che necessitano però di interventi per essere fruibili e attrattivi. La valorizzazione del territorio, avviato con l’adesione del Comune di Apollosa alla Via Francigena del Sud, candidata a patrimonio dell’UNESCO, può essere il volano per il turismo naturalistico. Nostro impegno sarà l’organizzazione di una rete affinché i pellegrini che attraversano il nostro territorio decidano di trattenersi qualche giorno per degustare prodotti e vini del nostro territorio. La rete di ospitalità deve essere integrata con eventi e manifestazioni che abbiano risonanza mediatica e di richiamo. Non solo il carnevale apollosano o i mercatini di Natale, ma anche incentivare arte musica e sport.

L’adesione all’Associazione tra enti denominata “Terre del Taburno”, tra i comuni ricompresi entro il Sistema Territoriale di Sviluppo “A9 Taburno”, portato in consiglio comunale ad aprile 2017 ed approvato dalla sola maggioranza, ha proprio la finalità di promuovere e rappresentare i Comuni in materia di sviluppo e pianificazione strategica. La nuova programmazione europea guarda non più ai singoli Enti, ma alle associazioni di comuni che in modo unitario rappresentino gli elementi distintivi dei propri territori: le produzioni agricole ed agroalimentari di qualità, in particolare la filiera vitivinicola e la filiera olivicola. Partendo da tale dato comune denominatore ed elemento di connessione sociale ed economico-produttivo è possibile progettare una filiera turistica che rispetti le singole vocazioni in un’ottica di interlocuzione ed interazione.

 

AMBIENTE

L’attenzione per l’ambiente già nello scorso mandato si è esplicato lungo due direttive: da un lato azioni amministrative concrete per l’ottimizzazione del sistema di raccolta differenziata, dall’altro la sensibilizzazione della cittadinanza con seminari ed incontri  informativi ed esplicativi. Le nuove tecniche di differenziata ed il compostaggio domestico saranno affiancati a nuovi sistemi, valutando certamente costi e benefici, ma senza tralasciare nessuna opportunità che si presenti, così come per il compostaggio di comunità a cui l’amministrazione ha manifestato interesse, in attesa di conoscere maggiori dettagli.

Tutelare l’ambiente significa contenere il consumo energetico. Già numerosi lavori pubblici sono stati eseguiti con questo obiettivo, un esempio è l’efficientamento energetico della casa comunale, ma l’autosufficienza energetica dovrà interessare tutti gli edifici comunali come, a titolo esemplificativo, la scuola di Via lo Tuoro, già interessata da interventi di adeguamento sismico su cui è previsto l’efficientamento energetico. La predisposizione di un impianto di illuminazione eco-sostenibile, che sostituisca il vetusto impianto, va esattamente in questa direzione.

RIQUALIFICAZIONE E RIGENERAZIONE

Il tema dei beni comuni al centro per riqualificare in modo partecipato: un piano per offrire ai cittadini la possibilità di prendersi cura di una piazzetta, di un’aiuola, di un giardino pubblico a titolo gratuito, con lo spirito di offrire un servizio alla collettività e rendersi partecipe attivamente al buon funzionamento ed all’immagine del nostro paese: puro volontariato per diventare parte attiva con l’Amministrazione civica per la cura della cosa pubblica. Far rivivere luoghi d’interesse storico: di concerto con i privati rigenerare il borgo antico attraverso le finestre di finanziamento pubblico che guardano al rifacimento delle facciate ma soprattutto alla ripresa di vecchi mestieri. Recuperare edifici comunali in stato di abbandono da decenni: ex scuola Via Fornillo ed ex edificio scolastico a S. Giovanni. Per quanto riguarda il primo il progetto prevede il recupero e la riconversione dell’edificio  in centro Polifunzionale Diurno per minori, ed il recupero dell’area esterna in area attrezzata a giochi per minori. Per il secondo l’idea è realizzare un centro socio - assistenziale.

OPERE INFRASTRUTTURALI

La priorità assoluta per il prossimo mandato è la risoluzione della questione idrica. L’adeguamento funzionale ed impiantistico dell'intera rete idrica comunale è possibile solo con un finanziamento pubblico che deve essere intercettato per sistemare tutta la rete idrica, adeguare i serbatoi e trasferire tutti gli allacci delle utenze: parliamo di circa 6 milioni di euro che le casse comunali non posseggono. Questo progetto è stato inserito nella programmazione triennale delle opere pubbliche del Comune di Apollosa, approvato in consiglio comunale con il voto contrario dei consiglieri di opposizione.

La fognatura è un servizio primario di cui l’intero territorio deve godere: abbiamo intenzione di dare completa copertura al territorio comunale con i progetti già approvati nella programmazione triennale dei lavori pubblici che riguardano le zone di Monte Mauro, Via Lapillusia, via Furni di Sotto, via Francesca di Sotto, completamento di Via Lombardi, Via Tufariello, e Fornillo, ed altre zone ancora sprovviste.

Il Comune di Apollosa spende oltre 100.000,00 € per energia elettrica, ha oltre settanta pali che son caduti o sono stati tagliati a scopo cautelativo, ed altri 500 circa da sostituire, su un totale di oltre 900 pali. Il nostro progetto di efficientamento energetico della pubblica illuminazione prevede uno studio illuminotecnico in funzione della tipologia di strada e di zona da illuminare, l'installazione di pali con telecontrollo su tutto il territorio comunale, oltre a prevedere delle zone di ampliamento che oggi sono prive di illuminazione. Anche in questo caso il progetto potrà essere realizzato solo con un finanziamento esterno.

Abbiamo individuato tre strade rurali prioritarie per insediamenti agricoli ed abitativi che potranno essere realizzate con progetti a valere sul PSR:

  • Via Fiego: Il progetto prevede la sistemazione della strada e dei sottoservizi con illuminazione di tutta la prima parte abitata fino all'abitazione del Sig. Veltro, nonché sistemi di illuminazione con fotovoltaico per le abitazioni più distanti (Zollo). Inoltre è prevista la sistemazione del tronco di competenza comunale che va verso l'agriturismo "Cerza Reale". Il progetto esecutivo cantierabile sarà presentato alla Regione che ha già aperto le misure di finanziamento

  • Via Degli Azzurri, Via Pretera fino al collegamento con Via Pratola già oggetto di intervento con PSR. Il progetto prevede la sistemazione di tutta la strada comunale che ormai in alcuni tratti è quasi impercorribile. Nella zona, oltre alla presenza di insediamenti abitativi, sono presenti importantissime aziende come la SUIME e l'Avicola RAIA e numerose altre aziende agricole. Il progetto esecutivo cantierabile sarà presentato alla Regione che ha già aperto le misure di finanziamento.

  • Via Tufariello, Via Volpara, Via Aria delle Coste. Il progetto consiste nella sistemazione di tutti i tratti di strada in questione che, in alcuni tratti, risultano impraticabili. Nella zona sono presenti insediamenti abitativi e un’azienda agricola per l'allevamento di polli.  Il progetto esecutivo cantierabile sarà presentato alla Regione che ha già aperto le misure di finanziamento.

Il progetto già esecutivo di efficientamento energetico della scuola di via Lo Tuoro va a completare quello che è l’intervento di adeguamento sismico dello stesso. Le opere previste mira ad isolare le murature esterne e la copertura prevedendo, altresì, la sostituzione degli infissi nonché degli impianti di produzione di energia e di calore attraverso fonti energetiche rinnovabili.

Il progetto definitivo per la mitigazione e la prevenzione del rischio idrogeologico è stato inserito tra le priorità del Comune di Apollosa da finanziare con la delibera dell’accelerazione della spesa. Allo stato attuale l’Amministrazione sta seguendo tutte le fasi per consentire che lo stesso sia inserito nella programmazione dei finanziamenti POR 2014/2020. Il progetto prevede l’intervento su quasi tutte le strade comunali, attraverso la sistemazione delle cunette e dei sottopassi, nonché la sistemazione di movimenti franosi di piccola entità, quindi la sistemazione della pavimentazione stradale.

Un intervento serio è previsto per il campo sportivo Calione, non solo campo di calcio ma luogo di crescita e socializzazione per intere generazioni. Un impianto di illuminazione sarà già realizzato nell'ambito dei lavori di Bonifica della discarica Cardagneta (già appaltata). Abbiamo pensato ad un progetto che guardi non solo al campo di gioco, ma anche a tutta l’area antistante e adiacente, come gli spalti e gli spogliatoi. Un progetto che interessi la pavimentazione in erba sintetica, tale da consentire un utilizzo anche per competizioni calcistiche più importanti, mettendo al primo posto sempre la squadra locale.

Si prevede un altro intervento che ripristini, finalmente, la strada per Via Izzi che parte dal Viale della Stazione, appena dopo il ponte, costeggia il fiume per arrivare in corrispondenza del passaggio a livello. L'intervento si completerà con l'ampliamento della sede stradale per il tratto oltre il passaggio a livello fin dove sarà possibile ampliare (anche qui le risorse saranno intercettate a valere sul POR FESR o PSR).

 

SVILUPPO AGRICOLO E PRODUTTIVO

Compito dell’amministrazione è la pianificazione dei processi di crescita economica che riguardano la comunità: assicurare alle generazioni future la possibilità di concretizzazione delle proprie aspettative professionali e di vita nel proprio contesto territoriale è un dovere di coloro che rappresentano le istituzioni. Il valore aggiunto della nostra tradizione dovrà essere guida per lo sviluppo futuro: veniamo dalla terra e lì troveremo il nostro domani. Per favorire lo sviluppo dell’Agricoltura è fondamentale sfruttare al massimo i fondi pubblici disponibili, attualmente previste dai bandi PSR - Progetti di Sviluppo Rurale - 2014-2020 della Regione Campania, che affidano ai Gruppi d’Azione Locale (GAL) la gestione delle risorse: l’azione amministrativa sarà finalizzata  a fornire al nostro paese una capacità decisionale all’interno del GAL Taburno, facilitando la cooperazione con altri paesi che hanno finalità comuni. La nostra idea di sviluppo del settore agricolo è costituita da un progetto di ricomposizione fondiaria ispirata dal riunire terreni incolti per insediare nuove colture (basate sulle peculiarità del nostro territorio), utilizzando strategie di massima efficacia economica, sociale e ambientale. Si favorirà la creazione di una banca della terra, a partire dall’individuazione di terreni abbandonati e allo stato non produttivi che potranno essere volano di sviluppo per l’intera comunità. L’amministrazione, inoltre, intende sviluppare azioni di partenariato con privati, favorendo la costituzione di realtà imprenditoriali, con garanzia di formazione e partecipazione attiva dei singoli cittadini e sostenibilità nel tempo degli organismi neoformati. L’ammodernamento di aziende già esistenti, inteso sia come adeguamento di aspetti tecnici e strutturali sia come razionalizzazione dei processi imprenditoriali e di ingresso nel mercato, così come il sostegno degli enti deputati allo sviluppo locale saranno ulteriormente perseguiti. 

Oggi c’è meno ricchezza, meno occupazione e le cause di carattere generale sono ben note. L’Amministrazione Comunale, pertanto, deve svolgere un ruolo fondamentale e attivo nella gestione della crisi riattivando un processo di sviluppo locale come soggetto propulsore e promotore e dove il privato possa muoversi liberamente in un mercato dinamico, ma opportunamente regolamentato. I lavori eseguiti in questi anni in area PIP - Piano Insediamenti Produttivi hanno reso appetibile la zona a numerose attività, soprattutto grazie ai lavori di urbanizzazione primaria quali la fognatura, la metanizzazione e l’attivazione della banda larga. Creare le condizioni per la crescita in quest’area è il presupposto per lo sviluppo dell’intero paese: la storia insegna che le grandi civiltà nascono sulle strade di passaggio, sulla Via Appia fu posta la prima pietra, quella da cui è nata Apollosa.

Il commercio rappresenta una delle risorse fondamentali per l’economia: potenziare tale settore attraverso specifiche misure incentivanti è il nostro obiettivo. L’ intento è quello di rivitalizzare le zone centrali,  anche al fine del ripopolamento delle stesse. L’Amministrazione comunale concederà incentivi ai più giovani,  intesi come riduzione delle tasse di competenza comunale per chi intenda aprire nuovi esercizi commerciali, di somministrazione e di artigianato tipico nel centro del paese.

Apollosa, lì 11 giugno 2017

 

La partecipazione attiva e consapevole deve essere il fulcro per porre in essere decisioni condivise e per governare in modo trasparente e democratico attraverso ulteriori e nuovi strumenti di interazione con i cittadini. Il nuovo sito web www.apollosa.gov.it e la pagina Comune di Apollosa su facebook hanno creato un ponte di comunicazione e di dialogo con i cittadini i quali hanno potuto trovare risposte alle loro richieste in tempo reale, informazioni utili alle loro esigenze e soprattutto seguire l’attività amministrativa nel suo esplicarsi. Incontri informativi, confronti su temi importanti, trasmissione di regolamenti alle associazioni, consigli comunali videoripresi, questa è la linea intrapresa nel quinquennio passato e che s’intende perseguire, allargando a nuove forme di partecipazione. Il punto di partenza sarà la realizzazione del bilancio partecipato, per passare poi alle scelte di riqualificazione urbanistica, infrastrutturale, culturale e sociale. A tale scopo si evidenziano le seguenti azioni prioritarie che s’intendono attuare:  

·      Istituzione di nuove consulte democratiche al fine di favorire il più ampio confronto e la partecipazione anche in relazione alle politiche di sviluppo economico – sociale, nonché urbanistico e di proporre e monitorare le attività culturali, sportive e del tempo libero;

·      Coinvolgimento dei nuovi cittadini alla vita pubblica attraverso forme di rappresentanza attiva in funzione di un'autentica educazione civica;

·       Pieno coinvolgimento della cittadinanza attraverso la promozione di un “centro di raccolta informazioni”, per le segnalazioni dell’utenza su condizioni di strade, scuole, parchi e giardini, semafori e passaggi pedonali, micro delinquenza, funzionamento dei servizi pubblici, sicurezza del lavoro;

·      Istituzione di un “registro di cittadini volontari” che intendono offrire la propria opera di collaborazione senza fini di lucro, per eventi, manifestazioni, attività, per la cura del verde e del decoro ambientale;

·      Ottimizzazione  dei servizi comunali legati all’Ufficio Relazioni con il Pubblico (tempi e certezza della risposta, orari flessibili) ed i servizi comunali legati allo Sportello Unico delle Attività Produttive (semplificazione amministrativa)

CAPITALE UMANO, SCUOLA E GIOVANI

Formazione ed opportunità. Solo una scuola all’avanguardia può garantire la formazione delle giovani generazioni. Per tale ragione il rapporto scuola- istituzione già stabilito proficuamente in questo quinquennio, sarà rafforzato per consentire che le esigenze degli alunni siano soddisfatte dall’offerta didattica che potrà essere integrata con attività organizzate dall’amministrazione comunale per contrastare la dispersione scolastica e per rispondere anche alle esigenze dei genitori. In questa direzione si colloca il grande sforzo fatto dall'Amministrazione per ottenere il finanziamento della costruenda scuola di Via Roma e dei lavori di adeguamento sismico ed efficientamento energetico della scuola di Via Lo Tuoro. 

Garantire luoghi fisici di crescita con spazio giochi (già in parte programmati e da realizzare) fruibili dai più piccoli ed appetibili per i genitori, come luogo d’incontro e confronto. Bambini educati e formati possono diventare adulti che sanno cogliere le opportunità. Già il Forum dei Giovani istituito nel 2012, con il dopo scuola ed il campo solare ha creato un interscambio tra il mondo dei bambini ed il mondo dei giovani da cui sono nate bellissime esperienze condivise con la cittadinanza. Il rafforzamento di un tale legame, con il supporto dell’istituzione comune può creare opportunità di crescita e di sviluppo. Le opportunità per i giovani, come i tirocini di Garanzia Giovani già attivata, il servizio civile a valere su garanzia giovani ancora in fase di istruttoria, il programma Ben-essere Giovani a cui abbiamo partecipato e di cui attendiamo esito, rappresentano l’idea di occasione che vogliamo offrire al mondo giovanile: sapremo cogliere tutte le opportunità offerte dalla nuova legge approvata dal Consiglio Regionale della Campania “Costruire il futuro. Nuove politiche per i giovani”. Investire sul capitale umano per ripartire, puntando sui bambini e sui giovani. I lavori di riqualificazione dell’ex scuola al Fornillo per la creazione di un centro di aggregazione dimostra la volontà che perseguiremo nel prossimo quinquennio di creare un luogo fisico che sia espressione dell’attenzione per il mondo giovanile.

Incentivare ulteriormente le azioni già poste in essere nei settori della crescita e della socializzazione anche in luoghi virtuali garantendo la copertura pubblica wi-fi presso tutti gli edifici comunali e presso alcune aree pubbliche. L’accesso wireless e internet nelle aree pubbliche sarà gratuito per tutti i cittadini i quali, previa registrazione, potranno beneficiare della connessione.

  Continueremo inoltre a incentivare le tante attività delle associazioni presenti ad Apollosa, che in questi anni hanno mostrato dinamismo e vivacità. I tanti volontari che operano in queste formazioni sociali sono una ricchezza per tutta la comunità. Riconosciamo l'importanza e il valore dell'associazionismo, un fenomeno forte e radicato nel nostro paese, che rinforza il tessuto sociale e crea occasioni di confronto e di incontro tra i cittadini. La Consulta delle Associazioni, istituita dalla nostra amministrazione, ha rappresentato per le diverse sigle presenti sul territorio, un'opportunità di coordinamento. È uno strumento che andrà potenziato per rendere la sinergia tra le associazioni sempre maggiore e per far si che le stesse possano esplicare al massimo il proprio potenziale, nell'interesse della comunità.

INCLUSIONE SOCIALE E LAVORO.

 Con l’istituzione di una commissione permanente per i contributi sociali composta anche dall’assistente sociale e dal parroco abbiamo creato una rete che vuole guardare agli ultimi, garantendo il trasporto e la mensa scolastica a famiglie numerose e/o svantaggiate, l’accesso al banco alimentare, l’attivazione di misure di sostegno al reddito (SIA) ed ancora contributi eccezionali in casi di grave indigenza. Il nostro obiettivo non è però l’assistenzialismo fine a sé stesso, ma creare le occasioni per intervenire seriamente su queste situazioni di bisogno, affinché siano risolte in modo definitivo. Per contrastare tale disagio e favorire l’inclusione sociale abbiamo pensato alla creazione di cooperative di comunità, preziose realtà d’impresa nelle quali i cittadini si auto-organizzano, diventando allo stesso tempo produttori e fruitori di beni e servizi. Il loro scopo è infatti quello di migliorare la qualità della vita delle persone che la compongono, attraverso la produzione/fruizione di beni e servizi pensati da chi quella comunità la vive quotidianamente.

Saranno attivate nuove politiche per il sostegno delle famiglie, e ai singoli, in particolare per rispondere a nuove esigenze e bisogni di difficile soluzione.

Tra le azioni concrete:

·      Mappatura per ricerca di immobili privati inoccupati, che possano essere utilizzati quali alloggi a uso temporaneo per situazioni di gravi indigenza;

·       Creazione di strutture per il sostegno ad anziani soli;

·      Abbattimento totale di barriere architettoniche negli spazi pubblici;

·      Realizzazione, in collaborazione con le associazioni di volontariato, della raccolta, presso gli esercizi commerciali, dei generi alimentari in scadenza da distribuire ai poveri;

·       Realizzazione di un Fondo Solidarietà;

·      Porre in essere accordi con le società sportive al fine di consentire la partecipazione gratuita di bambini e ragazzi di famiglie indigenti o disagiate e dei bambini e ragazzi diversamente abili;

·      Strategie di prevenzione e recupero del disagio, dell’esclusione sociale, delle dipendenze tutte (droghe, alcol e giochi d’azzardo);

·      Attività di sostegno alle famiglie per contrastare problematiche di bullismo e dispersione scolastica.

PROMOZIONE CULTURALE E TURISTICA, SPORT

La nostra terra conserva ancora angoli da vivere e visitare che necessitano però di interventi per essere fruibili e attrattivi. La valorizzazione del territorio, avviato con l’adesione del Comune di Apollosa alla Via Francigena del Sud, candidata a patrimonio dell’UNESCO, può essere il volano per il turismo naturalistico. Nostro impegno sarà l’organizzazione di una rete affinché i pellegrini che attraversano il nostro territorio decidano di trattenersi qualche giorno per degustare prodotti e vini del nostro territorio. La rete di ospitalità deve essere integrata con eventi e manifestazioni che abbiano risonanza mediatica e di richiamo. Non solo il carnevale apollosano o i mercatini di Natale, ma anche incentivare arte musica e sport.

L’adesione all’Associazione tra enti denominata “Terre del Taburno”, tra i comuni ricompresi entro il Sistema Territoriale di Sviluppo “A9 Taburno”, portato in consiglio comunale ad aprile 2017 ed approvato dalla sola maggioranza, ha proprio la finalità di promuovere e rappresentare i Comuni in materia di sviluppo e pianificazione strategica. La nuova programmazione europea guarda non più ai singoli Enti, ma alle associazioni di comuni che in modo unitario rappresentino gli elementi distintivi dei propri territori: le produzioni agricole ed agroalimentari di qualità, in particolare la filiera vitivinicola e la filiera olivicola. Partendo da tale dato comune denominatore ed elemento di connessione sociale ed economico-produttivo è possibile progettare una filiera turistica che rispetti le singole vocazioni in un’ottica di interlocuzione ed interazione.

 

AMBIENTE

L’attenzione per l’ambiente già nello scorso mandato si è esplicato lungo due direttive: da un lato azioni amministrative concrete per l’ottimizzazione del sistema di raccolta differenziata, dall’altro la sensibilizzazione della cittadinanza con seminari ed incontri  informativi ed esplicativi. Le nuove tecniche di differenziata ed il compostaggio domestico saranno affiancati a nuovi sistemi, valutando certamente costi e benefici, ma senza tralasciare nessuna opportunità che si presenti, così come per il compostaggio di comunità a cui l’amministrazione ha manifestato interesse, in attesa di conoscere maggiori dettagli.

Tutelare l’ambiente significa contenere il consumo energetico. Già numerosi lavori pubblici sono stati eseguiti con questo obiettivo, un esempio è l’efficientamento energetico della casa comunale, ma l’autosufficienza energetica dovrà interessare tutti gli edifici comunali come, a titolo esemplificativo, la scuola di Via lo Tuoro, già interessata da interventi di adeguamento sismico su cui è previsto l’efficientamento energetico. La predisposizione di un impianto di illuminazione eco-sostenibile, che sostituisca il vetusto impianto, va esattamente in questa direzione.

RIQUALIFICAZIONE E RIGENERAZIONE

Il tema dei beni comuni al centro per riqualificare in modo partecipato: un piano per offrire ai cittadini la possibilità di prendersi cura di una piazzetta, di un’aiuola, di un giardino pubblico a titolo gratuito, con lo spirito di offrire un servizio alla collettività e rendersi partecipe attivamente al buon funzionamento ed all’immagine del nostro paese: puro volontariato per diventare parte attiva con l’Amministrazione civica per la cura della cosa pubblica. Far rivivere luoghi d’interesse storico: di concerto con i privati rigenerare il borgo antico attraverso le finestre di finanziamento pubblico che guardano al rifacimento delle facciate ma soprattutto alla ripresa di vecchi mestieri. Recuperare edifici comunali in stato di abbandono da decenni: ex scuola Via Fornillo ed ex edificio scolastico a S. Giovanni. Per quanto riguarda il primo il progetto prevede il recupero e la riconversione dell’edificio  in centro Polifunzionale Diurno per minori, ed il recupero dell’area esterna in area attrezzata a giochi per minori. Per il secondo l’idea è realizzare un centro socio - assistenziale.

OPERE INFRASTRUTTURALI

La priorità assoluta per il prossimo mandato è la risoluzione della questione idrica. L’adeguamento funzionale ed impiantistico dell'intera rete idrica comunale è possibile solo con un finanziamento pubblico che deve essere intercettato per sistemare tutta la rete idrica, adeguare i serbatoi e trasferire tutti gli allacci delle utenze: parliamo di circa 6 milioni di euro che le casse comunali non posseggono. Questo progetto è stato inserito nella programmazione triennale delle opere pubbliche del Comune di Apollosa, approvato in consiglio comunale con il voto contrario dei consiglieri di opposizione.

La fognatura è un servizio primario di cui l’intero territorio deve godere: abbiamo intenzione di dare completa copertura al territorio comunale con i progetti già approvati nella programmazione triennale dei lavori pubblici che riguardano le zone di Monte Mauro, Via Lapillusia, via Furni di Sotto, via Francesca di Sotto, completamento di Via Lombardi, Via Tufariello, e Fornillo, ed altre zone ancora sprovviste.

Il Comune di Apollosa spende oltre 100.000,00 € per energia elettrica, ha oltre settanta pali che son caduti o sono stati tagliati a scopo cautelativo, ed altri 500 circa da sostituire, su un totale di oltre 900 pali. Il nostro progetto di efficientamento energetico della pubblica illuminazione prevede uno studio illuminotecnico in funzione della tipologia di strada e di zona da illuminare, l'installazione di pali con telecontrollo su tutto il territorio comunale, oltre a prevedere delle zone di ampliamento che oggi sono prive di illuminazione. Anche in questo caso il progetto potrà essere realizzato solo con un finanziamento esterno.

Abbiamo individuato tre strade rurali prioritarie per insediamenti agricoli ed abitativi che potranno essere realizzate con progetti a valere sul PSR:

1.  Via Fiego: Il progetto prevede la sistemazione della strada e dei sottoservizi con illuminazione di tutta la prima parte abitata fino all'abitazione del Sig. Veltro, nonché sistemi di illuminazione con fotovoltaico per le abitazioni più distanti (Zollo). Inoltre è prevista la sistemazione del tronco di competenza comunale che va verso l'agriturismo "Cerza Reale". Il progetto esecutivo cantierabile sarà presentato alla Regione che ha già aperto le misure di finanziamento

2.  Via Degli Azzurri, Via Pretera fino al collegamento con Via Pratola già oggetto di intervento con PSR. Il progetto prevede la sistemazione di tutta la strada comunale che ormai in alcuni tratti è quasi impercorribile. Nella zona, oltre alla presenza di insediamenti abitativi, sono presenti importantissime aziende come la SUIME e l'Avicola RAIA e numerose altre aziende agricole. Il progetto esecutivo cantierabile sarà presentato alla Regione che ha già aperto le misure di finanziamento.

3.  Via Tufariello, Via Volpara, Via Aria delle Coste. Il progetto consiste nella sistemazione di tutti i tratti di strada in questione che, in alcuni tratti, risultano impraticabili. Nella zona sono presenti insediamenti abitativi e un’azienda agricola per l'allevamento di polli.  Il progetto esecutivo cantierabile sarà presentato alla Regione che ha già aperto le misure di finanziamento.

Il progetto già esecutivo di efficientamento energetico della scuola di via Lo Tuoro va a completare quello che è l’intervento di adeguamento sismico dello stesso. Le opere previste mira ad isolare le murature esterne e la copertura prevedendo, altresì, la sostituzione degli infissi nonché degli impianti di produzione di energia e di calore attraverso fonti energetiche rinnovabili.

Il progetto definitivo per la mitigazione e la prevenzione del rischio idrogeologico è stato inserito tra le priorità del Comune di Apollosa da finanziare con la delibera dell’accelerazione della spesa. Allo stato attuale l’Amministrazione sta seguendo tutte le fasi per consentire che lo stesso sia inserito nella programmazione dei finanziamenti POR 2014/2020. Il progetto prevede l’intervento su quasi tutte le strade comunali, attraverso la sistemazione delle cunette e dei sottopassi, nonché la sistemazione di movimenti franosi di piccola entità, quindi la sistemazione della pavimentazione stradale.

Un intervento serio è previsto per il campo sportivo Calione, non solo campo di calcio ma luogo di crescita e socializzazione per intere generazioni. Un impianto di illuminazione sarà già realizzato nell'ambito dei lavori di Bonifica della discarica Cardagneta (già appaltata). Abbiamo pensato ad un progetto che guardi non solo al campo di gioco, ma anche a tutta l’area antistante e adiacente, come gli spalti e gli spogliatoi. Un progetto che interessi la pavimentazione in erba sintetica, tale da consentire un utilizzo anche per competizioni calcistiche più importanti, mettendo al primo posto sempre la squadra locale.

Si prevede un altro intervento che ripristini, finalmente, la strada per Via Izzi che parte dal Viale della Stazione, appena dopo il ponte, costeggia il fiume per arrivare in corrispondenza del passaggio a livello. L'intervento si completerà con l'ampliamento della sede stradale per il tratto oltre il passaggio a livello fin dove sarà possibile ampliare (anche qui le risorse saranno intercettate a valere sul POR FESR o PSR).

 

SVILUPPO AGRICOLO E PRODUTTIVO

Compito dell’amministrazione è la pianificazione dei processi di crescita economica che riguardano la comunità: assicurare alle generazioni future la possibilità di concretizzazione delle proprie aspettative professionali e di vita nel proprio contesto territoriale è un dovere di coloro che rappresentano le istituzioni. Il valore aggiunto della nostra tradizione dovrà essere guida per lo sviluppo futuro: veniamo dalla terra e lì troveremo il nostro domani. Per favorire lo sviluppo dell’Agricoltura è fondamentale sfruttare al massimo i fondi pubblici disponibili, attualmente previste dai bandi PSR - Progetti di Sviluppo Rurale - 2014-2020 della Regione Campania, che affidano ai Gruppi d’Azione Locale (GAL) la gestione delle risorse: l’azione amministrativa sarà finalizzata  a fornire al nostro paese una capacità decisionale all’interno del GAL Taburno, facilitando la cooperazione con altri paesi che hanno finalità comuni. La nostra idea di sviluppo del settore agricolo è costituita da un progetto di ricomposizione fondiaria ispirata dal riunire terreni incolti per insediare nuove colture (basate sulle peculiarità del nostro territorio), utilizzando strategie di massima efficacia economica, sociale e ambientale. Si favorirà la creazione di una banca della terra, a partire dall’individuazione di terreni abbandonati e allo stato non produttivi che potranno essere volano di sviluppo per l’intera comunità. L’amministrazione, inoltre, intende sviluppare azioni di partenariato con privati, favorendo la costituzione di realtà imprenditoriali, con garanzia di formazione e partecipazione attiva dei singoli cittadini e sostenibilità nel tempo degli organismi neoformati. L’ammodernamento di aziende già esistenti, inteso sia come adeguamento di aspetti tecnici e strutturali sia come razionalizzazione dei processi imprenditoriali e di ingresso nel mercato, così come il sostegno degli enti deputati allo sviluppo locale saranno ulteriormente perseguiti. 

Oggi c’è meno ricchezza, meno occupazione e le cause di carattere generale sono ben note. L’Amministrazione Comunale, pertanto, deve svolgere un ruolo fondamentale e attivo nella gestione della crisi riattivando un processo di sviluppo locale come soggetto propulsore e promotore e dove il privato possa muoversi liberamente in un mercato dinamico, ma opportunamente regolamentato. I lavori eseguiti in questi anni in area PIP - Piano Insediamenti Produttivi hanno reso appetibile la zona a numerose attività, soprattutto grazie ai lavori di urbanizzazione primaria quali la fognatura, la metanizzazione e l’attivazione della banda larga. Creare le condizioni per la crescita in quest’area è il presupposto per lo sviluppo dell’intero paese: la storia insegna che le grandi civiltà nascono sulle strade di passaggio, sulla Via Appia fu posta la prima pietra, quella da cui è nata Apollosa.

Il commercio rappresenta una delle risorse fondamentali per l’economia: potenziare tale settore attraverso specifiche misure incentivanti è il nostro obiettivo. L’ intento è quello di rivitalizzare le zone centrali,  anche al fine del ripopolamento delle stesse. L’Amministrazione comunale concederà incentivi ai più giovani,  intesi come riduzione delle tasse di competenza comunale per chi intenda aprire nuovi esercizi commerciali, di somministrazione e di artigianato tipico nel centro del paese.
Percorso