Il Comune ed servizi sociali

I Servizi Sociali sono impegnati ad assicurare alle persone ed alle famiglie interventi che consentano di godere di un’adeguata qualità della vita.

Sono quindi impegnati anche nel prevenire, eliminare o ridurre le condizioni di bisogno, individuale e familiare, derivanti dall’inadeguatezza del reddito, da difficoltà sociali e da condizioni di non autonomia.

Allo stesso tempo si pongono come obiettivo quello di promuovere le forme di aggregazione e il mutuo-aiuto, mirando ad un miglioramento totale della qualità di vita della cittadinanza.
Essi operano in collaborazione con i servizi dell’ASL e con altri soggetti (Istituzioni, scuola, associazionismo, volontariato, cooperative, case di riposo ed altro ancora) per cercare di eliminare le cause di disagio e favorire il benessere dei cittadini.

 

 
Modulistica
 

 

 

L'assegno per il nucleo familiare

e l'assegno di maternità

 

 

Gli importi delle prestazioni sociali e dei limiti di reddito validi per l'anno 2016.

La circolare n. 46 del 2.3.2016.

Il Dipartimento delle politiche per la famiglia con il Comunicato pubblicato sulla G.U. n. 35 del 12.2.2016, ha reso noto che la variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, calcolato con le esclusioni di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 81, da applicarsi, per l’anno 2016, alle prestazioni qui d'interesse, è risultata  pari a - 0,1 per cento.

Come ricordato dal Comunicato suddetto l’articolo 1, comma 287 della legge 28 dicembre 2015, n. 208, ai fini della rivalutazione da applicare sulle prestazioni assistenziali e previdenziali, ha stabilito che “con riferimento alle prestazioni previdenziali e assistenziali e ai parametri ad esse connessi, la percentuale di adeguamento corrispondente alla variazione che si determina rapportando il valore medio dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per famiglie di operai ed impiegati, relativo all’anno precedente il mese di decorrenza dell’adeguamento, all’analogo valore medio relativo all’anno precedente non può essere inferiore a zero”.

Pertanto, in applicazione del predetto articolo, il medesimo Comunicato ha precisato che restano fermi per l’anno 2016 la misura e i requisiti economici dell’assegno al nucleo familiare numeroso e dell’assegno di maternità di cui al Comunicato del Dipartimento per le politiche della Famiglia pubblicato nella G.U. n. 70 del 25.3.2015.

Posto quanto sopra, con la circolare n. 46 del 2.3.2016 l'Inps ha riepilogano per ogni utilità gli importi delle prestazioni in argomento per l’anno 2016 già applicati nell’anno 2015 (circolare INPS n. 64 del 2015).

ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE

L'assegno per il nucleo familiare da corrispondere agli aventi diritto per l'anno 2016 è pari, nella misura intera, a Euro 141,30.

Per le domande relative al medesimo anno, il valore dell'indicatore della situazione economica equivalente è pari a Euro 8.555,99.

ASSEGNO DI MATERNITA'

L’importo dell’assegno mensile di maternità, spettante nella misura intera, per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti dal 1.1.2016 al 31.12.2016 è pari a Euro 338,89 per cinque mensilità e quindi a complessivi Euro 1.694,45.

Il valore dell’indicatore della situazione economica equivalente da tenere presente per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento avvenuti dal 1.1.2016 al 31.12.2016, è pari a Euro 16.954.

Fonte: Inps

La Direzione

(2 marzo 2016)

Percorso